Legge elettorale:Coordinatore legali anti-Italicum, no a fiducia

ANSA Notiziario Nazionale, mercoledì 04 ottobre 2017
L.elettorale:coordinatore legali anti-Italicum, no a fiducia

L.elettorale:coordinatore legali anti-Italicum, no a fiducia
Besostri, se utilizzata per Rosatellum 2.0 norma a rischio
(ANSA) – ROMA, 4 OTT – “Con pochi emendamenti già presentati
anche da gruppi di maggioranza di Governo il Rosatellum 2.0 si
può salvare. Se invece si chiede la fiducia, no, con conseguenze
sul prestigio della stessa terza carica istituzionale dello
Stato nel caso decida di accordarla”. E’ quanto afferma l’
avvocato Felice Besostri, coordinatore degli avvocati
anti-Italicum e promotore dei ricorsi che portarono alla
bocciatura del Porcellum.
“La fiducia accordata per tre volte sull’Italicum – dichiara
Besostri in una nota – è il primo motivo dei ricorsi tuttora
pendenti” sulla legge elettorale. “La Corte Costituzionale sul
punto della legittimità della fiducia non si è pronunciata nella
sentenza n. 35/2017” sull’Italicum “ma ha stabilito in via
procedurale di non poterla sollevare d’ufficio”. Ma “se una
delle ordinanze ancora attive rimettesse alla Corte la questione
della incostituzionalità della fiducia di una legge elettorale,
le ricadute su un’eventuale fiducia sul Rosatellum sarebbero
immediate e rovinose”. (ANSA).
BOS
04-OTT-17 13:14 NNN

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
AskaNews, mercoledì 04 ottobre 2017
Antitalikum: nessuna fiducia su legge elettorale, viola costituzione

Antitalikum: nessuna fiducia su legge elettorale, viola costituzione Felice Besostri, coordinatore degli Avvocati Antitalikum
Roma, 4 ott. (askanews) – “Con pochi emendamenti già presentati
anche da gruppi di maggioranza di governo il Rosatellum 2.0 si
può salvare – dichiara l’avv. Felice Besostri, coordinatore degli
Avvocati Antitalikum – se si chiede la fiducia, invece, no, con
conseguenze sul prestigio della stessa terza carica istituzionale
dello Stato nel caso decida di accordarla”.

Per Besostri “La fiducia accordata per tre volte sull’Italikum è
il primo motivo dei ricorsi tuttora pendenti”.

Gli Avvocati Antitalikum nella richiesta di ordinanze nelle 10
cause mature per la decisione di rimessione alla Corte
Costituzionale hanno insistito principalmente sull’armonizzazione
delle due leggi e pertanto sulle soglie del Senato, come
auspicato anche dal Presidente della Repubblica.

(Segue)
Red/Cro/Bla 20171004T134107Z

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
AskaNews, mercoledì 04 ottobre 2017
Antitalikum: nessuna fiducia su legge elettorale, viola costituzione -2-

Antitalikum: nessuna fiducia su legge elettorale, viola costituzione -2-
Roma, 4 ott. (askanews) – La Corte Costituzionale sul punto della
legittimità della fiducia non si è pronunciata nella sentenza n.
35/2017 ma ha stabilito in via procedurale di non poterla
sollevare d’ufficio.

“Il precedente del Lodo Iotti del 1991, una rigorosa
predecessora della Presidente Boldrini – ha detto Besostri – ha
stabilito che con il voto di fiducia la procedura diventa
speciale e non normale come l’art 72 comma 4 Cost. richiede per
le leggi in materia elettorale e costituzionale”.

Ha ricordato inoltre l’incontro di due giorni fa a Roma degli
Avvocati Antitalikum e dei Costituzionalisti del Coordinamento
Democrazia Costituzionale Zagrebelski, Villone, Pace, Azzariti,
Calvano e Carlassare che hanno espresso forti criticità nei
confronti del Rosatellum 2.0″.

“Se la questione della fiducia fosse trapelata prima – ha
commentato Besostri – sarebbe stato oggetto di discussione e di
reazione negativa anche da parte di quel consesso”.

(Segue)
Red/Cro/Bla 20171004T134114Z

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
AskaNews, mercoledì 04 ottobre 2017
Antitalikum: nessuna fiducia su legge elettorale, viola costituzione -3-

Antitalikum: nessuna fiducia su legge elettorale, viola costituzione -3-
Roma, 4 ott. (askanews) – “Gli Avvocati Antitalikum a maggior
ragione ribadiscono, se una delle ordinanze ancora attive
rimettesse alla Corte la questione della incostituzionalità della
fiducia di una legge elettorale, le ricadute su un’eventuale
fiducia sul Rosatellum sarebbero immediate e rovinose”, aggiunge
Besostri sottolineando che “non c’è il due senza il tre:
smettetela per favore di approvare leggi elettorali
incostituzionali”.
Red/Cro/Bla 20171004T134121Z

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
AskaNews, mercoledì 04 ottobre 2017
Besostri: con voto fiducia Rosatellum bis totalmente illegale

Besostri: con voto fiducia Rosatellum bis totalmente illegale E’ già di suo incostituzionale
Roma, 4 ott. (askanews) – Felice Besostri, l’avvocato che con i
suoi ricorsi ha affossato l’Italicum ed il Porcellum, oggi è
stato ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, dove è stato
intervistato dai conduttori Lauro e Cucciari per capire il suo
giudizio sul cosiddetto ‘Rosatellum 2.0’. “Se vengono fatti dei
cambiamenti, peraltro facili da fare, che lo renderebbero
costituzionale, non farò assolutamente niente. Se il Rosatellum
resta così com’è, è incostituzionale”. Quali sono le parti
incostituzionali? “Il motivo per cui tutto il Rosatellum è
incostituzionale è perché è incostituzionale una parte
dell’Italicum, che ha lo stesso schema, e sono le norme speciali
per il Trentino Alto Adige”.

Quindi se il Rosatellum passasse così lei farebbe subito
ricorso? “Non c’è bisogno. Ci sono ancora 14 ricorsi in cui
chiediamo l’accertamento di votare secondo costituzione, quando
andremo in udienza, se nel frattempo avranno approvato un’altra
legge, chiederemo al giudice di mandarla in Corte
Costituzionale”.

Se il Rosatellum venisse approvato entro fine novembre, cosa
farebbe? “Se fosse così, l’ultima udienza utile è il 29 novembre.
Io chiederò ad un giudice di mandarlo alla Corte Costituzionale”.
Così la legge elettorale potrebbe esser dichiarata
incostituzionale prima delle elezioni? “Dipende da quando verrà
pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Da quel momento bastano 46
giorni”. Secondo lei, comunque, il Rosatellum passerà, magari col
voto di fiducia? “Se passasse così saremmo nella più totale
illegalità”.
Pol/Tor 20171004T193240Z

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
ADN Kronos, mercoledì 04 ottobre 2017
L.ELETTORALE: BESOSTRI, SE ROSATELLUM RESTA COSI’ E’ INCOSTITUZIONALE =

L.ELETTORALE: BESOSTRI, SE ROSATELLUM RESTA COSI’ E’ INCOSTITUZIONALE =
Roma, 4 ott. (AdnKronos) – “Se vengono fatti dei cambiamenti, peraltro
facili da fare, che lo renderebbero costituzionale, non farò
assolutamente niente. Se il Rosatellum resta così com’è, è
incostituzionale”. Lo ha detto Felice Besostri, l’avvocato che con i
suoi ricorsi ha affossato l’Italicum ed il Porcellum, a ‘Un giorno da
pecora’ su Radio1.
Ma “non c’è bisogno” di un ricorso, ha aggiunto Besostri, perchè “ci
sono ancora 14 ricorsi in cui chiediamo l’accertamento di votare
secondo Costituzione. Quando andremo in udienza, se nel frattempo
avranno approvato un’altra legge, chiederemo al giudice di mandarla in
Corte costituzionale”.
Così la legge elettorale potrebbe esser dichiarata incostituzionale
prima delle elezioni? “Dipende da quando verrà pubblicata sulla
Gazzetta ufficiale. Da quel momento bastano 46 giorni”, ha aggiunto
l’avvocato spiegando che se il Rosatellum “passasse con la fiducia
saremmo nella più totale illegalità”.
(Pol/AdnKronos)
ISSN 2465 – 1222
04-OTT-17 20:39
NNNN

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
La Presse, mercoledì 04 ottobre 2017
L.elettorale, Besostri: Se Rosatellum bis resta così è anticostituzionale

L.elettorale, Besostri: Se Rosatellum bis resta così è anticostituzionale Roma, 4 ott. (LaPresse) – Felice Besostri, l’avvocato che con i suoi ricorsi ha affossato l’Italicum ed il Porcellum, oggi è stato ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, dove è stato intervistato dai conduttori Lauro e Cucciari per capire il suo giudizio sul cosiddetto ‘Rosatellum 2.0’. “Se vengono fatti dei cambiamenti, peraltro facili da fare, che lo renderebbero costituzionale, non farò assolutamente niente. Se il Rosatellum resta così com’è, è incostituzionale”. Quali sono le parti incostituzionali? “Il motivo per cui tutto il Rosatellum è incostituzionale è perché è incostituzionale una parte dell’Italicum, che ha lo stesso schema, e sono le norme speciali per il Trentino Alto Adige”. Quindi se il Rosatellum passasse così lei farebbe subito ricorso? “Non c’è bisogno. Ci sono ancora 14 ricorsi in cui chiediamo l’accertamento di votare secondo costituzione, quando andremo in udienza, se nel frattempo avranno approvato un’altra legge, chiederemo al giudice di mandarla in Corte Costituzionale“.Se il Rosatellum venisse approvato entro fine novembre, cosa farebbe? “Se fosse così, l’ultima udienza utile è il 29 novembre. Io chiederò ad un giudice di mandarlo alla Corte Costituzionale”. Così la legge elettorale potrebbe esser dichiarata incostituzionale prima delle elezioni? “Dipende da quando verrà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Da quel momento bastano 46 giorni”. Secondo lei, comunque, il Rosatellum passerà, magari col voto di fiducia? “Se passasse così saremmo nella più totale illegalità”.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Dire Nazionale, mercoledì 04 ottobre 2017
L. ELETTORALE. BESOSTRI: SE RESTA COSI’ E’ ANTICOSTITUZIONALE

L. ELETTORALE. BESOSTRI: SE RESTA COSI’ E’ ANTICOSTITUZIONALE
SE PASSA COL VOTO DI FIDUCIA ILLEGALITA’ TOTALE
(DIRE) Roma, 4 ott. – Felice Besostri, l’avvocato che con i suoi
ricorsi ha affossato l’Italicum ed il Porcellum, oggi e’ stato
ospite di ‘Un Giorno da Pecora’, su Rai Radio1, dove e’ stato
intervistato dai conduttori Lauro e Cucciari per capire il suo
giudizio sul cosiddetto ‘Rosatellum 2.0′.
“Se vengono fatti dei cambiamenti, peraltro facili da fare,
che lo renderebbero costituzionale, non faro’ assolutamente
niente. Se il Rosatellum resta cosi’ com’e’, e’ incostituzionale
perche’ e’ incostituzionale una parte dell’Italicum, che ha lo
stesso schema, e sono le norme speciali per il Trentino Alto
Adige”.
E aggiunge: “Ci sono ancora 14 ricorsi in cui chiediamo
l’accertamento di votare secondo costituzione, quando andremo in
udienza, se nel frattempo avranno approvato un’altra legge,
chiederemo al giudice di mandarla in Corte Costituzionale”.
(Com/Pol/ Dire)
22:21 04-10-17
NNNN

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Integrazione Agenzie effettuato in data 5 ottobre 2017

Felice Besostri

avv. Felice C. Besostri Avvocato amministrativista, docente di Diritto Pubblico Comparato a.a. 2005/2009, Commissione Affari Costituzionali Senato della Repubblica XIII Legislatura, Assemblea Parlamentare Consiglio d’Europa 1997/2001 (Commissione Giuridica dei Diritti dell’Uomo, Commissione Ambiente, sottocommissione selezione dei giudici della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo), ricorrente contro ammissione dei referendum elettorali e la legge elettorale per il Parlamento europeo, interveniente nei giudizi contro la legge elettorale per il Parlamento nazionale. Presidente Rete Socialista – Socialismo Europeo.