Quella umbra è la legge più anticostituzionale del Paese

«Finalmente Intorno ai ricorsi si crea un movimento politico. La difesa della democrazia costituzionale non è un vezzo di giuristi incazzati, ma di cittadini consapevoli, che sanno che senza rappresentanza scelta da loro e non imposta da oligarchie partitiche viene meno anche la speranza di cambiare le cose. Andare a votare tutti, ma con voto libero, uguale e personale. I premi di maggioranza coniugati con le soglie d’accesso sono truffa. Chi non vuole la proporzionale abbia il coraggio di proporre un sistema maggioritario dove la maggioranza dei seggi va conquistata collegio per collegio, uno pe uno. Non avranno ma i questo coraggio perchè il maggioritario non si può truccare.

Felice Besostri

 

 

corriere umbria 17-03-2015

 

  • TG3 Umbria 16/03/15 – Conferenza stampa su ricorso contro UMBRICELLUM

 

 

la nazione 17-03-2015

 

messaggero 17-03-2015-1

messaggero 17-03-2015-2

Felice Besostri

avv. Felice C. Besostri Avvocato amministrativista, docente di Diritto Pubblico Comparato a.a. 2005/2009, Commissione Affari Costituzionali Senato della Repubblica XIII Legislatura, Assemblea Parlamentare Consiglio d’Europa 1997/2001 (Commissione Giuridica dei Diritti dell’Uomo, Commissione Ambiente, sottocommissione selezione dei giudici della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo), ricorrente contro ammissione dei referendum elettorali e la legge elettorale per il Parlamento europeo, interveniente nei giudizi contro la legge elettorale per il Parlamento nazionale. Presidente Rete Socialista – Socialismo Europeo.