Documento Pietrasanta

«Organizzato dal coordinamento dei socialisti della Versilia si è svolto a Pietrasanta, il 16 marzo 2013, un convegno cui hanno partecipato socialisti sia senza tessera sia militanti in formazioni del centro-sinistra per discutere la “questione socialista” in Italia in un momento di grave crisi della politica democratica e delle istituzioni repubblicane. L’Italia abbisogna di una presenza socialista che, senza voler essere la resurrezione dello scomparso PSI, copra autorevolmente lo spazio politico, culturale, sociale e morale proprio dell’esperienza storica del socialismo italiano.

Ciò è tanto più necessario se si considera l’urgenza di un’azione decisa di contrasto al capitalismo del liberismo globalizzato e per la salvaguardia reale della Costituzione che è, e deve rimanere, il manifesto ispiratore della democrazia italiana.
Fuori da ogni vocazione elettoralistica e governista diviene prioritario rilanciare, con
un’elaborazione collegata ai tempi presenti, l’idea del socialismo oggi, attorno a cui raccogliere tutte quelle forze che ritengono di doversi collegare e unire in un’identica intenzione, tale da profilare la soggettività della presenza del socialismo in Italia in raccordo con il movimento del socialismo europeo, nell’auspicio che il PSE divenga un vero e proprio partito transnazionale. Si ritiene, quindi, opportuno che vengano promosse strutture di coordinamento politico territoriale con l’obbiettivo di costituire un coordinamento politico nazionale.

Felice Besostri

Felice Besostri

avv. Felice C. Besostri Avvocato amministrativista, docente di Diritto Pubblico Comparato a.a. 2005/2009, Commissione Affari Costituzionali Senato della Repubblica XIII Legislatura, Assemblea Parlamentare Consiglio d’Europa 1997/2001 (Commissione Giuridica dei Diritti dell’Uomo, Commissione Ambiente, sottocommissione selezione dei giudici della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo), ricorrente contro ammissione dei referendum elettorali e la legge elettorale per il Parlamento europeo, interveniente nei giudizi contro la legge elettorale per il Parlamento nazionale. Presidente Rete Socialista – Socialismo Europeo.