Legge elettorale: pronto nuovo conflitto su Rosatellum

ANSA Notiziario Nazionale, martedì 12 dicembre 2017
L.elettorale: pronto nuovo conflitto su Rosatellum
L.elettorale: pronto nuovo conflitto su Rosatellum

Proposto da Besostri e pool legali, deposito tra domani e giovedì

    (ANSA) – ROMA, 12 DIC – Un pool di avvocati, in primis Felice
 Besostri, già tra i promotori delle azioni contro il Porcellum,
 l’Italicum e anche di tre dei ricorsi su Rosatellum e Italicum
 esaminati oggi dalla Corte Costituzionale, si prepara a
 depositare in Consulta nelle prossime ore – tra domani e giovedì
 – un altro ricorso per conflitto di attribuzione tra poteri
 dello Stato sul Rosatellum. Nel ricorso – su cui si sta
 ultimando la raccolta firme – i legali si qualificano come
 esponenti del corpo elettorale e come tale ritengono di poter
 essere qualificati come potere dello Stato, e agiscono contro le
 Camere. Al centro del ricorso, non solo l’iter di approvazione
 del Rosatellum con la fiducia, ma anche il merito della legge e
 gli snodi considerati dai ricorrenti incostituzionali. Quanto a
 eventuali esponenti politici pronti ad appoggiare l’iniziativa,
 “non farò nomi – afferma Besostri – e chiedo che dopo il
 deposito che intende manifestare la propria adesioni, lo
 comunichi personalmente”. (ANSA).
      BOS
 12-DIC-17 17:51 NNN
– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
ANSA Notiziario Nazionale, martedì 12 dicembre 2017
L.elettorale: Besostri, Consulta non chiude tutte le porte
L.elettorale: Besostri, Consulta non chiude tutte le porte
    (ANSA) – ROMA, 12 DIC – “Le motivazioni della Corte
 costituzionale per quanto riguarda i ricorsi dei Parlamentari
 sul conflitto di attribuzione nei confronti dei Presidenti delle
 Camere non chiudono in maniera definitiva la possibilità di
 riproporli tenendo conto delle critiche sollevate dalla Corte
 sulla loro formulazione”. Lo afferma l’Avvocato Felice Besostri
 coordinatore degli Avvocati Antitalicum, che commenta: “Sembra
 quasi che la Corte si lamenti di non essere potuta entrare nel
 merito”.
    “In questa situazione di distacco dei cittadini dalle
 istituzioni – aggiunge – sarebbe bene che leggi elettorali nel
 loro contenuto e loro procedura di approvazione siano esaminati
 nel merito dalla Corte Costituzionale nella sua piena ed
 esclusiva autorità”. “Il prossimo Parlamento, se dura 5 anni,
 dovrà eleggere o confermare il Presidente della Repubblica,
 nominare i membri laici del Csm e un giudice della Corte
 Costituzionale. Sarebbe bene che godesse di una legittimazione
 politica sostanziale. La decisione di inammissibilità è
 meramente procedurale, nulla dice né direttamente né
 indirettamente sulla legittimità costituzionale del Rosatellum,
 che resta incostituzionale, perché ancora una volta la grande
 maggioranza se non la totalità dei Parlamentari sono nominati
 dai partiti e non eletti dai cittadini”. (ANSA).
      BOS
 12-DIC-17 17:54 NNN
– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
ANSA Notiziario Nazionale, martedì 12 dicembre 2017
L.elettorale: Besostri, Consulta non chiude tutte le porte (2)
L.elettorale: Besostri, Consulta non chiude tutte le porte (2)
    (ANSA) – ROMA, 12 DIC – Entrando nel merito dei principali
 profili di incostituzionalità del Rosatellum, Besostri afferma
 che “voto disgiunto, assenza di scorporo e norme a favore dei
 Parlamentari uscenti non sono un buon segno di sviluppo
 democratico, che deve sempre consentire il sorgere di nuovi
 soggetti politici che interpretino meglio le aspirazioni dei
 cittadini”.
    “Attendiamo – conclude l’avvocato Besostri – il deposito
 delle motivazioni per un giudizio definitivo. Ritenteremo con
 altri strumenti come un nuovo conflitto di attribuzione,
 assolutamente inedito, e con i ricorsi ai Tribunali, come già
 fatto con l’Italicum”.
 (ANSA).
      BOS
 12-DIC-17 17:55 NNN
– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Comunicato Corte costituzionale

Felice Besostri

avv. Felice C. Besostri Avvocato amministrativista, docente di Diritto Pubblico Comparato a.a. 2005/2009, Commissione Affari Costituzionali Senato della Repubblica XIII Legislatura, Assemblea Parlamentare Consiglio d’Europa 1997/2001 (Commissione Giuridica dei Diritti dell’Uomo, Commissione Ambiente, sottocommissione selezione dei giudici della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo), ricorrente contro ammissione dei referendum elettorali e la legge elettorale per il Parlamento europeo, interveniente nei giudizi contro la legge elettorale per il Parlamento nazionale. Presidente Rete Socialista – Socialismo Europeo.