Il Perry Mason anti-Italicum: «Nuovi collegi, caos in Liguria»

I L “BACO” nell’ Italicum?«È in Valpolcevera. L’avvocato Felice Besostri, ex parlamentare (con i Ds) e costituzionalista, è convinto: «Il caso della Città metropolitana di Genova è unico in Italia. Viene disegnato un collegio elettorale, quello di Spezia. inserendoci duecomuni come Campomorone e Ceranesi che non sono nemmeno contigui territorialmente. Cosa che può accadere solo con le isole. Anche per questo, secondo l’avvocato Besostri, l’ Italicum è anticostituzionale. E lo ha scritto in un ricorso al Tribunale di Genova che sarà discusso in udienza il 14 settembre prossimo e potrebbe poi approdare alla Consulta.

Uno dei 23 ricorsi che l’avvocato milanese ha presentato, nella sua strategia giudiziaria contro l’Italicum. Va detto che l’ex senatore è esperto in materia avendo già impugnato la precedente legge elettorale. il “Porcellum” poi affondato dalla Corte Costituzionale. Venerdì Besostri, accompagnato dalla professoressa Lara Trucco ha parlato con i sindaci dei due comuni della Valpolcevera che già si erano mossi con delibere e ordini del giorno per segnalare la stranezza dell’assegnazione al collegio di Spezia degli elettorati dei loro comuni. Si legge al motivo 13 del ricorso che nell’ Italicum «La prima anomalia è il mancato inserimento in un unico collegio della Città Metropolitana di Genova, ente locale territoriale di nuova istituzione che invece è stata mutilata degli ex collegi uninominali di Rapallo e Chiavari e dei comuni di Ceranesi e Campomorone in Val Polcevera.

Per questi ultimi 2 comuni l’assurdità balza agli occhi in quanto sono più vicini alla provincia di Savona che a quella della Spezia, ma soprattutto sono assegnati al collegio Liguria 3 solo 2 comuni, quando la Val Polcevera è composta da molti altri comuni. Nei lavori preparatori non si è rinvenuta una giustificazione per queste assurdità, che rispondono solo alla logica di dare alla provincia della Spezia un parlamentare in più eletto dagli spezzini, ma grazie ai residenti genovesi». Secondo il Pd genovese. però, l’interpretazione dei ricorrenti non è corretta: «I collegi devono restare nel limite dei 600 mila abitanti -spiega il segretario Alessandro Terrile per questo il Comune di Genova rimane quasi da solo e non solo il Tigullio, ma anche Val Trebbia e Valle Scrivia sono accorpati a Spezia. Anche noi abbiamo segnalato la stranezza di dividere un’unità territoriale come la Valpolcevera su due collegi, ma se qualcuno viene penalizzato non sono tanto i possibili parlamentari genovesi,quanto quelli del Tigullio che saranno accorpati agli Spezzini».

Fonte: Il Secolo XIX

Felice Besostri

avv. Felice C. Besostri Avvocato amministrativista, docente di Diritto Pubblico Comparato a.a. 2005/2009, Commissione Affari Costituzionali Senato della Repubblica XIII Legislatura, Assemblea Parlamentare Consiglio d’Europa 1997/2001 (Commissione Giuridica dei Diritti dell’Uomo, Commissione Ambiente, sottocommissione selezione dei giudici della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo), ricorrente contro ammissione dei referendum elettorali e la legge elettorale per il Parlamento europeo, interveniente nei giudizi contro la legge elettorale per il Parlamento nazionale. Presidente Rete Socialista – Socialismo Europeo.

Lascia un commento