Besostri incalza: «Dopo l’Italicum nuovi ricorsi»

Pronti a bloccare le elezioni politiche anticipate, se Renzi o chi altri premerà sul pedale dell’acceleratore. Non solo riattivando I ricorsi pendenti contro l’Italicum, ma anche impugnando lo stesso decreto di convocazione dei comizi elettorali.

A dirlo venerdi sera in sala consigliare a Sabbioneta (MN) l’avvocato Felice Besostri coordinatore del gruppo avvocati anti•Italicum. La serata -“Costituzione e legge elettorale” era attesa in quanto prima uscita pubblica del pool anti•Italicum dopo la pronuncia della Consulta.

Besostri ha spiegato che qui la levata di scudi avverrà in due tempi: riattivando i ricorsi contro l’Italicum ancora pendenti in 14 Tribunali e chiedendo l’invio alla Consulta di quesiti specifici. «Poi impugneremo la convocazione dei comizi elettorali perché queste elezioni, cosi, non si possono e debbono tenere». (f.r.)

Fonte: La Nuova Sardegna

Felice Besostri

avv. Felice C. Besostri Avvocato amministrativista, docente di Diritto Pubblico Comparato a.a. 2005/2009, Commissione Affari Costituzionali Senato della Repubblica XIII Legislatura, Assemblea Parlamentare Consiglio d’Europa 1997/2001 (Commissione Giuridica dei Diritti dell’Uomo, Commissione Ambiente, sottocommissione selezione dei giudici della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo), ricorrente contro ammissione dei referendum elettorali e la legge elettorale per il Parlamento europeo, interveniente nei giudizi contro la legge elettorale per il Parlamento nazionale. Presidente Rete Socialista – Socialismo Europeo.