La Fondazione Nenni per ritrovare le ragioni di essere europei

di Paolo Brambilla*

La nuova iniziativa verrà presentata a Milano il 18 maggio dalle ore 14.30. Palazzo Morando – Via S. Andrea, 6

La Fondazione Nenni ha deciso di istituire l’Accademia di studi europei che ha voluto intitolare ad un’altra figura storica del socialismo italiano ed europeista convinto come Mario Zagari.L’Accademia vuole ripartire dai valori che il socialismo dei Nenni, dei Colorni, di Zagari e dei grandi leader europei vollero esprimere nell’impegno per un’Europa senza guerre, libera, sociale. Ed il progetto di studi che verrà varato dovrà essere una opportunità soprattutto per i giovani per ritrovare le ragioni di essere europei.

La nuova iniziativa verrà presentata a Milano il 18 maggio dalle ore 14.30 nella bella cornice del Museo di Milano (Palazzo Morando – Via S. Andrea, 6). Il tema della giornata inaugurale sarà “Quo vadis Europa” ed interverranno: Bruno Bugli (chiamato a Presiedere l’Accademia), Carlo Tognoli, Felice Besostri, Massimo Gaudina, Marco Falzetti, Alessia Potecchi, Francesco Tufarelli, Cristiano Zagari, Antonio Tedesco e Giorgio Benvenuto. Coordina Lino Saccà.

E’ gradita la presenza della stampa il cui ruolo sulle grandi questioni europee e sulla ricerca culturale viene considerato dalla Fondazione Nenni di grande importanza.

La Fondazione Nenni si ritrova nella formulazione espressa di recente dal Presidente della Repubblica, Mattarella, che invitava a diffidare del sovranismo: l’Europa è un unicum irreversibile. E va riportata in primo piano, perché questa Europa  abbia un’anima riconoscibile e individui con speranza quella promozione civile e del lavoro che deve avere la priorità sulle regole della finanza e sui vincoli degli euroburocrati.

E’ fondamentale allora che la Accademia si relazioni con la rete degli Atenei, degli enti di ricerca e delle Fondazioni operanti con obiettivi simili nei Paesi dell’Unione.

A presiedere l’Accademia è stato chiamato il dr. Bruno Bugli – un prestigioso curriculum di esperienze sindacali e sociali alle spalle – che sarà coadiuvato da un Consiglio di Indirizzo. Il Prof. Lino Saccà, promotore dell’Accademia, coordinerà le attività scientifiche. Nel Consiglio di indirizzo: l’ex Direttore della Rappresentanza italiana della Commissione europea Lucio Battistotti (Vice Presidente), Francesco Gui, Saverio Pantuso, Tiziano Santoro, Cristiano Zagari, Carlo Fiordaliso e Antonio Tedesco (in qualità di Segretario Generale dell’Accademia).

*Fonte: affaritaliani.it

Felice Besostri

avv. Felice C. Besostri Avvocato amministrativista, docente di Diritto Pubblico Comparato a.a. 2005/2009, Commissione Affari Costituzionali Senato della Repubblica XIII Legislatura, Assemblea Parlamentare Consiglio d’Europa 1997/2001 (Commissione Giuridica dei Diritti dell’Uomo, Commissione Ambiente, sottocommissione selezione dei giudici della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo), ricorrente contro ammissione dei referendum elettorali e la legge elettorale per il Parlamento europeo, interveniente nei giudizi contro la legge elettorale per il Parlamento nazionale. Presidente Rete Socialista – Socialismo Europeo.